HOME   ▸   NEWS   ▸   LIVING&PEOPLE

Water Price Index: le città e il loro costo dell’acqua

18 marzo 2021
L’indagine mostra le differenze di prezzo riscontrate per l'acqua di rubinetto e l'acqua in bottiglia in oltre 100 città in tutto il mondo, prendendo in considerazione anche gli indicatori di riferimento per la qualità dell'acqua del rubinetto e lo stress idrico locali.
Holidu.it, il motore di ricerca per affitti turistici, ha pubblicato uno studio che esamina la differenza di prezzo dell'acqua di rubinetto e dell'acqua in bottiglia in oltre 100 città del mondo. L'azienda ha deciso di esaminare questo argomento come parte della sua missione di aiutare i viaggiatori a prendere decisioni informate sulle mete in cui vorranno soggiornare, che li ha portati a indagare la più elementare delle spese quotidiane per le vacanze: l'acqua. Tenendo presente l'uso quotidiano dell'acqua nelle case vacanza, hanno iniziato lo studio raccogliendo i dati circa i costi medi per l'acqua del rubinetto in ogni destinazione, prima di rivolgere la loro attenzione al costo spesso inevitabile dell'acqua in bottiglia. Dopo aver raccolto i costi medi di entrambe in ogni località, Holidu ha potuto calcolare in percentuale quanto variassero i prezzi in ogni città, così come tra le varie marche. Un'attenzione speciale è stata data anche alla qualità e alla scarsità dell'acqua di rubinetto in ogni regione, per aiutare a informare i viaggiatori di eventuali restrizioni che potrebbero trovarsi ad affrontare. Il risultato è un indice dei prezzi completo che rivela quanto varia il costo, la qualità e la disponibilità dell'acqua nelle città di tutto il mondo.

La ricerca
Per iniziare lo studio, Holidu ha selezionato 120 città note per essere popolari destinazioni di viaggio, includendo le mete in cui è stato riscontrato un rischio elevato di carenza d'acqua. A tale scopo, è stata inclusa una categoria che mostra il livello di stress idrico quale indicatore di carenza d’acqua per ogni città. Holidu ha anche esaminato la qualità dell'acqua del rubinetto in ogni località, in quanto ritenuto importante soprattutto vedere se e dove l'acqua sia sicura da bere. Successivamente, è stato trovato il costo per il consumo mensile dell'acqua di rubinetto in ogni città, da cui è stato possibile calcolare la deviazione percentuale dal prezzo mediano per tutte le città prese in esame. I risultati mostrano indicativamente quanto pagano i cittadini di ogni destinazione per la loro acqua del rubinetto rispetto al resto del mondo.
La seconda parte dello studio si è concentrata sull'acqua in bottiglia come costo comune a molti viaggiatori, nonostante gli effetti negativi sull'ambiente. Per iniziare, è stato trovato il prezzo della tipica bottiglia d'acqua economica che una persona può comprare in un supermercato in ogni città. Questo indicatore è stato ulteriormente suddiviso nel prezzo medio per bottiglia di tre delle marche d'acqua più comuni - Evian, Perrier/Nestlé e la marca d'acqua locale della compagnia Coca-Cola. Infine, è stata calcolata la media dei prezzi di tutte le diverse marche per individuare quali città presentano l'acqua in bottiglia più cara e quali la più economica, utilizzando la deviazione percentuale dal prezzo mediano nell'indice. L'indice finale dipinge un quadro di come varia il prezzo dell'acqua in tutto il mondo, oltre a dare una panoramica delle differenze nei costi locali dell'acqua di rubinetto e dei livelli di stress idrico riscontrati in tutto il mondo.

Alcuni dati interessanti:
• La bottiglia media di acqua da 500 ml risulta più cara a Oslo, in Norvegia, con 1,52 €, mentre la meno cara è rinvenibile a Beirut, in Libano, a 0,03 €.
• Confrontando il prezzo dell’acqua in bottiglia di diversi brand , Oslo risulta ancora la meta con l'acqua in bottiglia più cara, costando il 194,90% in più della mediana globale, seguita da Tel Aviv, Israele (+123,90%) e New York, USA (+76,42%). Istanbul, in Turchia, risulta essere la meta più economica, costando il 69,43% in meno del prezzo mediano, seguita da Napoli (-67,45%) e Milano, Italia (-51,25%).
• Anche gli abitanti di Oslo pagano di più in media per l'acqua del rubinetto, il 212,24% in più rispetto alla mediana globale; seguono gli abitanti di San Francisco, negli Stati Uniti (+183,60%) e Wellington, in Nuova Zelanda (+173,23%). I cittadini di Riyadh, in Arabia Saudita, spendono meno di tutti, con - 98,17% rispetto al prezzo mediano; segue Il Cairo, Egitto (-96,30%) e Karachi, Pakistan (-95,71%).
• Innsbruck, in Austria, ha totalizzato il più alto punteggio per la qualità dell'acqua del rubinetto, seguita da Helsinki, Finlandia e Vienna, Austria. Lagos, in Nigeria risulta avere la qualità più bassa dell’acqua del rubinetto, seguito da Karachi, in Pakistan e Dakar, in Senegal.