HOME   ▸   NEWS   ▸   LIVING&PEOPLE

Eusalp Energy Conference: verso un’energia sostenibile e conveniente

20 ottobre 2022
Orientarsi al futuro puntando su sistemi di energia economici, affidabili, sostenibili e moderni. Questi i tema centrali della sesta conferenza Eusalp sull’energia tenutasi al NOI Techpark di Bolzano
Nel 2022, la macro-strategia dell'UE per la regione alpina (EUSALP) viene coordinata dalla Presidenza italiana, che si compone dalle Province autonome di Bolzano e di Trento, in collaborazione con il Ministero degli Affari Esteri e la Presidenza del Consiglio dei Ministri. Un focus annuale del programma di lavoro della presidenza italiana è il campo dell'energia, con l'ambizione di rendere l'EUSALP la prima macrostrategia dell'UE priva di CO2 nel medio-lungo termine. Al NOI Techpark di Bolzano si è tenuta la sesta conferenza EUSALP sull'energia. Con il motto "Energia affidabile, conveniente e sostenibile nelle Alpi" rappresenta uno dei eventi principali della presidenza 2022. Alla giornata hanno partecipato i vicepresidenti della Province di Bolzano e Trento, Giuliano Vettorato e Mario Tonina, competenti nell’ambito dell’energia.

“I temi come la povertà energetica e la sicurezza dell'approvvigionamento energetico sono in cima all’agenda della nostra politica provinciale. La Giunta altoatesina sta intervenendo su più livelli e proprio in queste settimane stiamo elaborando delle misure di aiuto per famiglie e imprese per un valore complessivo di 200 milioni di euro”, ha sottolineato l’assessore all’energia ed ambiente Giuliano Vettorato. “Puntiamo, nel breve termine, ad attenuare l’impatto dell'esplosione dei prezzi dell'energia, dare sollievo all'economia e scongiurare il pericolo della povertà energetica. A livello tecnico, stiamo preparando nuove misure di incentivi a favore di una transizione energetica sempre più spinta verso il sostegno degli investimenti sulle rinnovabili”.

Il vicepresidente della Provincia di Trento e assessore competente per la transizione ecologica, Mario Tonina, ha evidenziato l’importanza di puntare sugli interventi strutturali per perseguire la macrostrategia dell'UE priva di CO2 nel medio-lungo termine.
”Oggi esistono opportunità che devono essere colte, attraverso investimenti che permettono di fare la differenza, non solo per affrontare la crisi attuale, ma anche per un'attenzione verso le nuove generazioni. Di fronte a situazioni che stiamo vivendo, pensando ai costi energia e soprattutto gas, si può e si deve reagire, affinché i territori di montagna siano ancora di più protagonisti su temi rilevanti come questi”, ha concluso Tonina.

Strategia locale, regionale e nazionale

Wolfgang D'Innocenzo, del Ministero per i Cambiamenti Ecologici, ha informato sulla politica energetica italiana e sulle misure a breve termine previste nell'ambito del piano di ricostruzione fino al 2026, per il quale sono disponibili 60 miliardi di euro. Elena de Gregorio, della Direzione generale dell'UE per l'Energia, ha fornito un quadro sulle strategie europee per superare la carenza di energia. Ha inoltre presentato la strategia dell'UE "REPowerEU", con la quale la Commissione europea, sullo sfondo dell'invasione russa dell'Ucraina, punta a rendere l'Europa indipendente dai combustibili fossili provenienti dalla Russia entro il 2030. L'obiettivo è risparmiare energia, accelerare la transizione energetica e diversificare l'approvvigionamento energetico. Il direttore dell'Agenzia provinciale per l'ambiente e la tutela del clima, Flavio Ruffini, si è espresso a Roma e a Bruxelles a favore di risposte rapide ai cittadini, di prezzi dell'energia socialmente accettabili e sostenibili. In seguito, ai Comuni e alle aziende sono state presentate le misure immediate per affrontare la crisi energetica, definite lunedì, durante i dialoghi sull'energia di Eusalp. A Bolzano erano rappresentati circa 40 Comuni con oltre 60 partecipanti ai dialoghi sull'energia.

Transizione ecologica, premiati Alto Adige e Trentino

La conferenza si è conclusa con un momento molto significativo: la consegna dei Premi Eusalp Energia 2022 da parte del vicepresidente altoatesino Giuliano Vettorato e dal coordinatore Eusalp presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri Riccardo Celi. Sette iniziative sviluppate nella regione alpina sono state premiate per il loro contributo decisivo nel plasmare la transizione energetica attraverso il coinvolgimento dei cittadini, oltre una comunicazione efficace e modelli di finanziamento innovativi. In totale sono stati presentati 23 progetti. Per l'Alto Adige, grande riconoscimento per l'Unione Agricoltori e Coltivatori Diretti Sudtirolesi (Bauernbund), che ha portato a casa uno dei due premi nella categoria "Comunicare la transizione energetica e sensibilizzare i cittadini" con la sua proposta di "Sfruttare il potenziale delle energie rinnovabili nell'agricoltura altoatesina", insieme a "Tirolo 2050 energeticamente autonomo", sviluppato da Energie Tirol. Il progetto sviluppato dal Bauernbund prevede l’organizzazione di un programma dedicato a consulenze, escursioni e corsi formazione sulle questioni energetiche per sensibilizzare gli agricoltori del territorio verso questa tematica chiave. Premiato anche il Trentino grazie al progetto "Fotovoltaico per le famiglie". Un contributo per l'installazione di impianti di produzione di energia fotovoltaica e relative batterie di accumulo dedicate alle famiglie residenti nei Comuni che fanno parte del Consorzio BIM Adige, e rientra in un più ampio progetto che coinvolge l'intera provincia di Trento.

Gli altri vincitori sono SCV Domaine Skiable de Serre Chevalier (Sviluppare l'uso delle energie rinnovabili nelle stazioni sciistiche), Energiegenossenschaft Peißenberg, Association des Centrales Villageoises, responsabilizzare i cittadini per lo sviluppo delle energie rinnovabili e Environment Park S.p.A Torino, Assistenza ai comuni piemontesi nello sviluppo di concetti di investimento per l'efficienza energetica.