SMART CITY >

LA SPEZIA

  • Progetti: 8
  • Investimenti: 224179219
  • Popolazione: 91391
Il Comune della Spezia ha avviato il progetto di Smart City a partire dal 2015 con l’obiettivo di ridisegnare in chiave intelligente la città per migliorare la qualità della vita dei suoi abitanti e garantire uno sviluppo economico sostenibile, basato su ricerca, innovazione e tecnologia. 
A questo scopo il Comune ha elaborato un progetto specifico denominato «La Spezia 20.20 - La città diventa Smart» frutto di un percorso condiviso in una logica di pianificazione integrata. In questo contesto sono state avviate intese con i principali stakeholders cittadini che, a loro volta, hanno dato vita al Masterplan per La Spezia Smart City. 

La città della Spezia ha iniziato oltre 10 anni fa un percorso di pianificazione strategica partecipata per accompagnare i processi di trasformazione in corso a seguito della crisi del sistema economico locale alla fine degli anni ‘90. Nel corso del tempo è però aumentata l’attenzione alla sostenibilità dello sviluppo economico della città, al tema del recupero e della rigenerazione urbana, alla “trasformazione” delle relazioni e alle opportunità legate alle nuove tecnologie informatiche. 
Obiettivo dell’Amministrazione comunale è quindi quello di accompagnare questo processo di trasformazione della città sfruttando al massimo tutte le occasioni e opportunità che si sono aperte in questi ultimi anni, in termini di collaborazioni, tecnologie disponibili, finanziamenti attivabili a livello regionale, nazionale o comunitario, di intelligenze, ricerca e creatività, soprattutto dei nostri giovani, costruendo una città che possiamo definire “intelligente”, “a misura di cittadino”, vicina ai reali bisogni dei suoi utenti o in termini più diffusi e onnicomprensivi “Smart”. Diversi enti di ricerca e del mondo accademico, enti governativi e regolatori, aziende del settore energetico, dei trasporti e del settore ICT hanno formulato una definizione del concetto di Smart City o, come sempre più si tende a chiamarle, Smart Cities and Communities, ad indicare quanto il tema sia al centro dell’attenzione di una molteplicità di attori eterogenei che intravede in esso un’opportunità di sviluppo sostenibile e di business. 
Dalla razionalizzazione dei contributi emersi dal Tavolo Energy, avviato dal Comune di La Spezia, attraverso i momenti di ideazione condivisa ed elaborazione collaborativa, è stato possibile individuare un sistema di azioni che mira ad incrementare l’efficienza energetica degli edifici pubblici e privati, sviluppare nuove infrastrutture energetiche che consentano un’ottimizzazione della fruizione dell’energia e una condivisione delle risorse energetiche, ridurre i consumi energetici, attraverso la diffusione della cultura dell’efficienza energetica e la formazione di profili professionali nel settore edilizio e la divulgazione e promozione di comportamenti virtuosi nell’utilizzo delle risorse. In particolare sono state individuate le seguenti azioni: 

• Efficienza energetica negli edifici comunali e nell’edilizia residenziale pubblica o trasformazione dell’insieme della proprietà immobiliare comunale e dell’edilizia residenziale pubblica (EPR) in edifici a bassi consumi energetici e di emissioni di CO2 

• Cold Ironing o realizzazione di un’opera di infrastrutturazione elettrica su banchine portuali della città di La Spezia, al fine di fornire alimentazione elettrica da terra alle navi ormeggiate presso il porto mercantile 

• Sportello Energia Comunale o creazione da parte dell’Amministrazione Comunale di uno “Sportello Energia Comunale” dedicato all’informazione, divulgazione, promozione, formazione sugli argomenti dell’efficienza energetica e fonti rinnovabili presso la cittadinanza 

• Comunicazione e diffusione cultura efficienza energetica o realizzazione di una campagna di comunicazione, sensibilizzazione e informazione sull’efficienza energetica degli edifici, attraverso diversi strumenti di comunicazione e canali di diffusione complementari quali le “vetrine interattive”, eventi dedicati, Web, multimedia, editoria 

• Filiera del legno a km 0 o valorizzazione della biomassa boschiva locale e creazione di una filiera “bosco-energia” che traguardi sia la tutela del territorio collinare spezzino sia la produzione di pellet ottenuto dalla suddetta biomassa: combustibile da fonte energetica alternativa da veicolare commercialmente soprattutto in ambito locale mediante il canale della Grande Distribuzione e conferendo così a tale prodotto la caratteristica distintiva “a km 0” 

• Condomini Efficienti o definizione di un modello di analisi costi-benefici di supporto alla proprietà delle strutture edilizie condominiali per determinare i costi, il risparmio, i benefici ed il tempo necessario per recuperare l’investimento effettuato per aumentare la classe energetica dell’edificio e creazione di un servizio di consulenza ed assistenza amministrativa ed informativa a supporto dei singoli proprietari 

• Formazione e Cultura dell’Efficienza Energetica nel settore edilizio o definizione e attuazione di un piano formativo per illustrare e veicolare informazioni e conoscenze sulle strategie tecnologiche mirate all’efficienza energetica del settore edilizio e formazione di profili professionali specifici, quale reale possibilità di riduzione del consumo energetico 

• Smart Grid o realizzazione di un dimostratore in scala reale di una Smart Grid, sviluppando un insieme di infrastrutture, servizi e tecnologie che permettano di sfruttare al meglio le fonti di energia rinnovabili e incrementare l’efficienza nella fruizione dell’energia elettrica 

• Smart Energy Community o creazione, in un’area urbana, di una comunità in grado di organizzare, su un modello a rete, le proprie utenze attive e passive (unità di produzione, consumo e di accumulo) di energia elettrica e termica, in modo efficiente, massimizzando l’autoconsumo e minimizzando lo scambio con le reti energetiche esterne

Progetti

News