HOME   ▸   NEWS   ▸  

Enea propone un piano per creare un modello italiano di economia circolare

28 novembre 2016
Il Presidente Enea ha presentato il Piano di azione in quattro punti per favorire la transizione verso l’economia circolare, un nuovo modello di sviluppo del nostro Paese che coniughi competitività, innovazione e sostenibilità ambientale.
Il presidente dell’ENEA Federico Testa ne parla in occasione del convegno “Innovazione e competitività: la via italiana alla circular economy”, che ha riunito oggi a Roma esponenti di istituzioni quali Presidenza del Consiglio, Ministeri dell’Ambiente e dello Sviluppo Economico, di associazioni come Confindustria, ABI e Legambiente e di grandi aziende quali Barilla, Costa Crociere, Enel e Gruppo Intesa Sanpaolo.

ENEA Economia CircolareIl Piano nasce come un contributo programmatico alla creazione di un’economia circolare made in Italy, attraverso un percorso sviluppato in quattro punti:
  • creazione di un’Agenzia nazionale per l’uso efficiente delle risorse sull’esempio di Germania, Giappone e Stati Uniti;
  • semplificazione normativa con un focus specifico sulla prevenzione e il riciclaggio dei rifiuti;
  • sinergia tra PA, ricerca e imprese;
  • trasferimento di tecnologieper l’innovazione del sistema produttivo nazionale.
Approfondisci sul sito di Enea.