HOME   ▸   NEWS   ▸  

e-government: le città più smart

23 giugno 2016
La società di analisi italiana Bem Research ha svolto un lavoro di studio sul livello di smartness nei capoluoghi italiani sulla base di tre fattori: il sito web della città, interazione sui social network e uso di app. La prima classificata è Venezia.
Il rapporto di Bem Research ha come oggetto l’e-government, che permetterebbe un guadagno del 0,5% sul Pil, riducendo la spesa pubblica, senza intaccare la quantità di beni e servizi erogati, ma migliorandone la qualità.
«La diffusione dell’innovazione– spiega Carlo Milani, direttore di BEM Research –è tra i più importanti fattori che determinano le capacità di crescita di un paese. Dalla digitalizzazione dei processi produttivi si possono ottenere guadagni in termini di produttività molto elevati e il processo di digitalizzazione della Pubblica Amministrazione gioca un ruolo importante».
Tra le best practice italiane ci sono alcuni comuni capoluogo di regione. Secondo l’analisi di BEM Research, Venezia è il comune con le migliori prestazioni complessive sull’online, seguito da Bari, Bologna, Firenze e Milano. Tra le altre grandi città Roma è 7a, Torino 8a e Napoli 9a. Maglia nera per Campobasso, preceduta da L’Aquila e Palermo. Sui social network èBologna a fare meglio degli altri; Cagliari è il capoluogo di regione al top per l’applicazione mobile sul trasporto pubblico locale.
A premiare Venezia sono state principalmente le elevate prestazioni del sito web e l’app per il trasporto pubblico locale, ma è Bari la città dotata dell’app per il trasporto più gradita dagli utenti. La città più social è Bologna, con il più alto gradimento su Facebook. Milano pecca di un sito poco performante, mentre è positivo il frequente aggiornamento dell’app dei trasporti.