SMART CITY >

LATINA

  • Progetti: 0
  • Investimenti: 81551300
  • Popolazione: 120598
Il comune di Latina, ha aderito all’iniziativa di trasformazione in città intelligente, entrando a far parte della commissione tra le città dell’Osservatorio Nazionale Smart City. Il Comune si è mosso verso il modello delle città intelligenti poiché consapevole della sua importanza nell’integrazione di funzioni, servizi e relazioni utili a governare le trasformazioni economiche e sociali in atto. 
Obiettivo principale dell’amministrazione è quello di affrontare in un’ottica smart le diverse criticità del vivere urbano, ovvero riportare la città ad una dimensione a misura d’uomo. Sono quindi due le dimensioni su cui si concentra la riflessione del Comune: la dimensione territoriale e la dimensione culturale. 
Gli ambiti su cui si ritiene auspicabile un intervento “smart” riguardano l’inquinamento, coesione sociale, produttività, trasporti sostenibili, infrastrutture ICT, sicurezza, gestione delle risorse naturali e tutela ambientale. 
Dal 2012 il Comune di Latina attribuisce quindi agli interventi nel settore delle Smart Cities and Communities il valore di una priorità strategica per l’intera politica locale di ricerca e innovazione. A tal proposito ha avviato un processo di partecipazione locale dedicato a contribuire e promuovere l’utilizzo evoluto delle tecnologie da parte di cittadini, imprese e amministrazioni. 
In coerenza con tale strategia, gli interventi previsti dovranno essere in grado di sviluppare soluzioni tecnologiche, servizi, modelli e metodologie che si collocano sulla frontiera della ricerca applicata di origine industriale ed accademica. Il perimetro applicativo di ogni iniziativa è quello delle Smart Communities ovvero dello sviluppo di modelli innovativi finalizzati a dare soluzione a problemi di scala urbana, metropolitana e più in generale territoriale tramite un insieme di tecnologie, applicazioni, modelli di integrazione e inclusione. 
Per il Comune di Latina la “Smart Community”, quale riferimento per l’individuazione delle aree di ricerca e delle traiettorie di sviluppo, va intesa in senso ampio rispetto alla definizione di agglomerato urbano di grande e media dimensione, e si riferisce al concetto di città diffusa e di comunità intelligente (anche attraverso l’aggregazione di piccoli comuni ovvero sistemi metropolitani) nelle quali sono affrontate congiuntamente tematiche riferibili alle sfide sociali emergenti