SIDT 2017: soluzioni per la mobilità e la logistica sostenibile

Si terrà il 14 e il 15 settembre ,presso il Politecnico di Bari, la due giornate indetta dalla Società Italiana Docenti di Trasporti, dedicata alla Mobilità e alla Logistica sostenibile
Mobilità sostenibile, e logistica saranno le protagoniste della due giorni di Bari ospitata al Politecnico. Nel corso del seminario scientifico sarà fatto il punto sui progressi della ricerca sulle soluzioni innovative, metodologiche e tecnologiche, che guardano le problematiche ambientali, sociali ed economiche della mobilità e della logistica. In particolare, gli interventi in programma saranno focalizzati sui metodi e modelli per sistemi di trasporto più ecologici; sulle tecnologie e applicazioni innovative per la mobilità e la logistica sostenibili; l’interconnessione dei sistemi di trasporto; l’interazione tra trasporti, uso del suolo e ambiente. 
Il prestigioso seminario, organizzato dal Gruppo di Ricerca sui Sistemi di Trasporto del Politecnico di Bari con il patrocinio del Comune di Bari, negli anni, è stato ospitato nelle maggiori città italiane e, ogni due anni, chiama a raccolta studiosi e ricercatori, italiani e stranieri, nel settore dei sistemi di trasporto e mobilità.  

La presentazione e inaugurazione del XXII° seminario avrà inizio alle ore 9.00, giovedì, 14 settembre, nell’aula magna “Attilio Alto”, con gli interventi di: prof. Eugenio Di Sciascio, Rettore del Politecnico di Bari; prof. Umberto Fratino, Direttore del Dipartimento di Ingegneria Civile, Ambientale, del Territorio, Edile e Chimica (DICATECh); ing. Roberto Masciopinto Presidente Ordine Ingegneri Provincia di Bari; dott.ssa Teresa Caradonna, presidente della Sezione Trasporti Confindustria Bari-BAT; prof. Antonio Musso, Presidente della Società Italia Docenti di Trasporti – SIDT. 
 Introdurrà la seconda giornata dei lavori, 15 settembre, ore 9.00, il Sindaco dell’Area Metropolitana di Bari, ing. Antonio Decaro. 

A fare da sfondo alle due giornate saranno gli obiettivi posti nel settembre 2015, quando i capi di Stato e di governo, riuniti presso la sede delle Nazioni Unite, hanno concordato nuovi obiettivi globali (agenda del 2030) per lo sviluppo sostenibile. L'agenda si basa su 17 obiettivi di sviluppo sostenibile e 169 obiettivi integrati che bilanciano le tre dimensioni dello sviluppo sostenibile: economico, sociale ed ambientale. 
La maggior parte dei 17 obiettivi dell'agenda del 2030 dipendono da obiettivi legati ai sistemi di trasporto, come, ad esempio, l'obiettivo 11 "Città e comunità sostenibili" che mira a: garantire sistemi di trasporto sicuri, migliorando la sicurezza stradale, in particolare mediante lo sviluppo dell’uso del trasporto pubblico; sostenere le ricadute positive economiche, sociali ed ambientali dei collegamenti tra le aree urbane e rurali. I sistemi di trasporto sono un elemento cruciale per favorire molti altri obiettivi attraverso l'uso di nuove tecnologie e metodologie per il governo e gestione della mobilità. 
Pertanto, metodi e le tecnologie innovativi possono contribuire ad innovare i sistemi di trasporto fornendo soluzioni per la mobilità in linea con l'Agenda del 2030 per il miglioramento delle Città, migliorandone la vivibilità e la qualità ambientale, aumentando la sicurezza e l'efficienza dei veicoli e la sostenibilità delle soluzioni di mobilità. 
 Sarà proprio su questi temi che si focalizzeranno i lavori del Seminario Scientifico Barese.

Smart Cities